Il DX in HF

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Il DX
(di I√ėHJN)¬†

 

I DXer della Sezione non se ne abbiano a male ma penso che ricordare alcune regoline dicorretto comportamento nella caccia alla stazione DX non possa che fare bene a tutti. Sonosemplici regole dettate unicamente dal buon senso (le ho rubate da Chod VP2ML). Del resto, chi hafrequentato le HF nella seconda metà di Marzo ed ha ascoltato TX0DX o 4W6EB ha potutoconstatare di persona il caos in frequenza fatto da OM che non possono certo definirsi tali. Unpizzico di buon senso e buona creanza non guasta. 

NON ACCORDARE SULLA FREQUENZA DELLA STAZIONE DX

Non c'e' nulla di pi√Ļ fastidioso, per chi sta cercando di collegare la stazione DX, del tono che vae viene per interminabili minuti cercando di tirare fuori gli ultimi pochi watt in piu' dall'amplificatore. E' una tortura per i tubi dell'amplificatore, e' una manovra totalmente inutile ed impedisce agli altri disentire la stazione DX.¬†Contrassegnate la posizione delle manopole dell'amplificatore per ognibanda o spostatevi di alcuni KHz per sintonizzare velocemente. Alcuni watt in pi√Ļ o in meno nonfaranno certo differenza.¬†

ASCOLTATE DI PIU' E TRASMETTETE DI MENO

Un buon DXer dovrebbe passare il 90% del suo tempo in Radio ascoltando. Ascoltare vi aiuteràa raccogliere un sacco di utili informazioni: il nominativo corretto della stazione DX, situazione dellapropagazione, QSL information, eventuale orario di QSY. Eviterete inoltre di annoiare gli altri OMcon domande quali: "QSL Info please?", "When are you going to be on 80 meters?", "What is yourcall?" (questa e' la peggiore in assoluto) o rompere le scatole con ripetuti break del tipo "What is theDX station?". Ascoltando eviterete figuracce e permetterete agli altri di collegare la stazione DX. 

SIATE SEMPRE INFORMATI

Il DXer bene informato e' un DXer di successo, pu√≤ lavorare pi√Ļ Countries e in minor tempo eriduce il QRM. Le DXpedition, ad esempio, possono lavorare per parecchio tempo senza dare il loronominativo, le QSL info, la frequenza di split, etc. Un DXer informato gi√† conosce tutte questeinformazioni e pu√≤ lavorare la stazione pi√Ļ velocemente e senza fare QRM in banda con domandeinutili. Al giorno d'oggi ci sono molti bollettini DX accessibili via Packet, Packet Cluster, Internet o,come per la Sezione di Genzano, sul BBS di Sede. Le stesse informazioni le potrete otteneresemplicemente ascoltando.¬†

NON FATE QSO DUPLICATI

Alcuni cercano di fare un secondo QSO sulla stessa banda per assicurarsi di essere nel Log. Uncontatto duplicato toglie la possibilità di un QSO da parte di un'altra stazione. Pare che questapratica sia un assillo per le DXpedition che pur essendo oggi dotate di computer devono comunqueperdere tempo per dare l'informazione "already in the Log". Quando siete in QSO, assicuratevi chela stazione DX confermi il collegamento ripetendo il vostro nominativo completo. Solo se non avetequesto tipo di conferma siete autorizzati a tentare un secondo contatto. 

NON FATE I POLIZIOTTI DELLA FREQUENZA

Non fate i poliziotti della frequenza, non fate i poliziotti dei poliziotti. I poliziotti della frequenzasono quei maestri di cerimonia che si sentono in dovere di sovrintendere all'uso della frequenzadella stazione DX. Sono coloro che riprendono quelli che chiamano isofrequenza che la stazioneDX lavora in split, danno informazioni sul nominativo e sulle QSL info della stazione e danno utiliinformazioni come: "shut up. He is transmitting". Tutti questi interventi sono totalmente inutili econtribuiscono solo ad aumentare il QRM. Se la stazione DX sta lavorando in split ciò risultaimmediatamente evidente a tutti eccetto che ai Dxer della domenica. Ci sono inoltre mille possibilitàdi avere le informazioni che ci interessano senza dover ricorrere ai poliziotti della frequenza. 

SIATE CORTESI SEMPRE

Anche quando il comportamento di altri DXer e' criticabile, riprovevole o addirittura illegale, unbuon DXer mantiene la calma e si trattiene dal dirgliene quattro in frequenza. Scrivete invece unalettera ed aspettate almeno un giorno prima di imbucarla.

COMPILATE CON CURA LE QSL

Un lamento cronico dei QSL managers delle DXpedition riguarda la scarsa attenzione postanella compilazione delle QSL. DXer che mettono l'ora locale invece che UTC, che non hanno ilnominativo sullo stesso lato dei dati del QSO, che non mandano la busta pre indirizzata per ilritorno, che non includono il/i dollari per le spese postali, che compilano i dati a mano con calligrafiada medico della mutua. Fate attenzione, rischiate di non ricevere l'agognata QSL. 

TENETE LA VOSTRA STAZIONE SEMPRE IN EFFICIENZA

Alcuni pensano che se l'uso del compressore migliora il segnale, tanta compressione e' ancorameglio. Oppure che maggiore e' il mike gain maggiore e' la potenza in uscita. In verit√† un segnalepulito e ben modulato e' pi√Ļ facilmente copiabile dalla stazione DX e pi√Ļ facilmente passa nel pileup. Regolate il compressore ed il mike gain seguendo le istruzione del manuale del vostro apparatoe fate delle prove con un collega abbastanza distante. Segnatevi le regolazioni trovate e nonmodificatele mai. Inoltre, usate solo la minima potenza necessaria per fare QSO. E' una cortesiaverso gli altri utilizzatori della frequenza.¬†

INVIATE SEMPRE IL NOMINATIVO COMPLETO

La pratica di inviare le ultime due lettere del nominativo ha significativamente ridotto l'efficienzanei pile up. Mentre tale pratica pu√≤ avere un senso nei net, in un pile up costringerete la stazioneDX a chiedervi il nominativo completo invece di passarvi il rapporto. Ci√≤ va a scapito del numero diOM che possono fare il collegamento e degrada l'efficienza delle operazioni. Inviare il nominativocompleto non costa nulla e c'e' tutto da guadagnare in un pile up efficiente. Con un po' di disciplinasi possono lavorare pi√Ļ stazioni e godersi maggiormente l'attivit√† DX.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information